Afi Esca tra i protagonisti dell'Italy Protection Forum 2018

L’evento “Italy Protection Forum”, che si è svolto tra il 27 e il 28 Marzo presso l’Hotel Principe di Savoia a Milano è giunto al termine ed ha visto Afi Esca tra i protagonisti principali dell’edizione 2018.

La Compagnia ha partecipato con Donato Di Stefano, Responsabile della Direzione Commerciale, alla tavola rotonda “Lo Sviluppo della Protection tramite Reti Fisiche”; incontro a cui hanno preso parte altre importanti personalità del mondo assicurativo del calibro di: Riccardo Riccardi, Direttore vendite Amissima; Mario Guarnone, Responsabile distribuzione reti Aviva; Stefano Valsetti, Agente Allianz; Marco Mestriner, Responsabile Commerciale Generali e Stefano Passerini, Presidente gruppo agenti Amissima.

L’incontro, moderato da Gianluca Benatti, partner C2Partner si è aperto con un intervento di quest’ultimo riguardante l’analisi del cosiddetto Protection gap, ovvero il livello di “sottoassicurazione” della popolazione italiana rispetto a quella di altri paesi europei come Francia e Germania.

Le polizze vita e danni nel mercato italiano, ha continuato Benatti, vengono ancora maggiormente distribuite tramite le reti fisiche di intermediazione anche se quest’ultime continuano ad avere pochissimi contatti, 2 o al massimo 3 in media all’anno, con la loro clientela finale senza poter dunque fare alcuna attività di cross o up-selling.

Come fare quindi a colmare questo Protection gap ed a sviluppare il mercato della Protection tramite le reti fisiche?

Parola subito a Donato Di Stefano che, dopo aver presentato la Compagnia sottolineando la giovane età dello staff da cui è composta, ha dichiarato che per poter migliorare i risultati delle reti di intermediari e diminuire il gap assicurativo italiano bisogna cambiare il mercato, ma bisogna cambiarlo dall’interno. Il mercato delle polizze vita e danni in Italia è ancora un mercato di offerta e quindi, tramite la consulenza e la conoscenza di ogni singolo cliente, l’intermediario deve riuscire a comprenderne i bisogni assicurativi ed offrire la giusta copertura assicurativa in risposta alle sue esigenze. Bisogna dunque divulgare e far informazione e solo con la giusta conoscenza dei prodotti e la giusta formazione tramite tecniche di vendita più consulenziali delle reti si potrà far breccia nel cuore dei clienti, aumentando così il tasso di assicurati.

Strategia questa che ha permesso ad Afi Esca di ottenere, negli ultimi anni, degli ottimi risultati e soprattutto un grande sviluppo della rete di agenti e broker; risultati che sono stati riconosciuti alla Compagnia dalla giuria della serata di gala “Italy Protection Forum Awards 2018” con il premio per gli Eccellenti risultati ottenuti nella Protection con Brokers e Agenti Plurimandatari. 

Leggi tutto