Pianificare la serenità del proprio futuro

L’attitudine degli italiani ad assicurarsi contro gli imprevisti che possono capitare nel corso della vita è ancora molto bassa. Basti pensare che in Europa, nazioni come la Francia e la Germania, contano un numero di assicurati doppio rispetto a quello dell’Italia.

Come mai si verifica questo fenomeno? Molti pensano che questo scenario sia dovuto alla differenza di ricchezza media pro capite tra queste nazioni; ma la realtà è che si tratta di una differenza puramente culturale.

Un cittadino italiano medio, nel caso possedesse dei risparmi da poter investire, difficilmente stipulerebbe delle polizze per proteggere la propria salute, la propria casa, i propri beni o per lasciare un capitale in caso di premorienza o di invalidità ai propri cari.

Questa decisione si verifica grazie a vari stereotipi che puntualmente ci frenano: perché queste eventualità dovrebbero capitare proprio a noi; nel caso dovessero capitare troveremo comunque un modo per uscirne; spendere soldi per un’assicurazione che non serve non conviene ecc…

Molte volte invece, decidiamo di assicurarci solo quando la nostra salute inizia a peggiorare o perché iniziano a farsi sentire i primi acciacchi ma a quel punto è troppo tardi ed i prezzi delle polizze sono molto alti.

Pianificare il proprio futuro e quello dei propri cari in giovane età è un’operazione molto complessa. Innanzitutto bisogna cercare di ipotizzare dei potenziali scenari negativi e cercare di quantificare quali potrebbero essere le conseguenze economiche nel caso questi scenari si verificassero.

Con una polizza assicurativa, infatti, decidiamo di pagare un prezzo (il premio) per cercare di eliminare o ridurre queste eventuali conseguenze; ovvero scegliamo di pagare un prezzo in cambio della nostra serenità e di quella della nostra famiglia.

Per prendere questa importante decisione è di fondamentale importanza porsi delle domande, mettendo a fuoco i propri bisogni e necessità per poter scegliere infine la soluzione assicurativa più corretta ed adeguata alle proprie esigenze.

Ad esempio, per un’assicurazione sulla vita dovremo capire chi vogliamo proteggere, per quale arco temporale e da cosa ci vogliamo proteggere scegliendo tra varie coperture disponibili.

Una volta individuate le nostre necessità, bisognerà valutare le proprie possibilità di spesa e confrontare le diverse offerte sul mercato in termini di prezzo, di coperture e di tariffe offerte; facendo molta attenzione a cosa è realmente garantito e a cosa è escluso.

Leggi tutto