A Tu per Tu

Come ogni anno, dedichiamo l’ultimo numero di “A Tu per Tu” all’intervista con il Direttore Generale di Afi Esca Italia Pierfrancesco Basilico; con cui faremo il punto sull’anno appena trascorso e scopriremo le novità della Compagnia per il 2020

Che anno è stato il 2019 per Afi Esca?

Il 2019 è stato un anno molto positivo per Afi Esca che, come negli scorsi anni, è cresciuta di due cifre percentuali.

Grande protagonista dell’anno che sta per concludersi è sicuramente il prodotto CQS (Cessione del Quinto dello Stipendio) che, affiancato al prodotto CQP (Cessione del Quinto della Pensione), ha completato l’offerta di Afi Esca nel mercato della Cessione del Quinto, affermandoci come uno dei protagonisti indiscussi di questo settore, con 25 società nostre distributrici; un grandissimo risultato, soprattutto se si considera che siamo entrati in questo particolare tipo di mercato solo 3 anni e mezzo fa.

Cessione del Quinto a parte continuiamo a crescere anche in altri mercati, come ad esempio in quello della Mediazione del Creditizia ed in quello dell’intermediazione “classica” a broker ed agenti plurimandatari.

Direi che possiamo dunque guardare con entusiasmo al 2020, un anno che si preannuncia ricco di novità e con una conferma della crescita ottenuta fino ad oggi.

Quali novità ci attendono nel 2020?

Le novità nel 2020 saranno principalmente di due tipi: novità di Formazione e novità di Prodotti.

Per quanto riguarda la Formazione, abbiamo annunciato durante la nostra Convention annuale del 23 ottobre scorso, l’inizio di un programma specifico per la Formazione sui prodotti vita puro che si chiamerà “Afi Esca Académie”, in collaborazione con ACB, nel quale crediamo moltissimo.

Per quanto riguarda invece i nuovi prodotti, posso dire che abbiamo in fase di studio un paio di novità sulle quali, per adesso, non posso fare disclosure ma che sicuramente lanceremo ad inizio 2020 e dalle quali ci attendiamo dei grandi risultati.

Ha appena citato l’inizio del programma Afi Esca Académie per il 2020, ci può spiegare meglio di cosa si tratterà?

Il progetto Afi Esca Académie, a dire la verità, è nato circa un anno fa con l’entrata in vigore della IDD che ha imposto, all’interno del mondo assicurativo, un radicale cambio di mentalità ed approccio al cliente. Con questa Direttiva, infatti, le esigenze ed i bisogni del cliente sono diventati il punto focale nella proposizione di una polizza assicurativa. Questa nuova concezione obbliga gli intermediari assicurativi a fare consulenza mirata e, di conseguenza, una maggiore Formazione e specializzazione sui prodotti assicurativi diventa fondamentale.

Da qui nasce Afi Esca Académie, un corso di Formazione volto a dare agli intermediari gli strumenti giusti per un approccio corretto e consulenziale nella vendita dei prodotti vita puro rischio.

Con il programma Afi Esca Académie crede di riuscire ad aumentare la diffusione delle assicurazioni vita puro rischio in Italia?

Académie non è una bacchetta magica, ma, sì, ne sono pienamente convinto! In Italia le polizze vita puro rischio sono ancora “sottostimate”, nel senso che non vengono ben pubblicizzate e ci rendiamo conto che ciò dipende dal fatto che spesso e volentieri o non vengono proposte dall’intermediario o vengono presentate in maniera non adeguata. Con Afi Esca Académie, l’intermediario potrà appropriarsi si tutti gli strumenti e delle competenze necessarie per fare consulenza mirata e fortemente argomentata, mettendo al centro i bisogni e le esigenze del cliente, e diventando così punto focale di riferimento del suo cliente per la polizza sulla Vita.

Condividi l’articolo:

Iscriviti alla nostra newsletter