Miglior Assicuratore CQP riconosciuto dal mercato nel 2019

Anche il Leadership Forum 2019, evento che riunisce e confronta le eccellenze del mercato della della Cessione del Quinto e della Mediazione Creditizia, dal titolo “Resilienza nel passato, forza per il futuro” è giunto al termine ed ha visto Afi Esca tra i protagonisti di questa tredicesima edizione.

La Compagnia del gruppo Burrus, durante l’evento, ha partecipato con Pierfrancesco Basilico, Direttore Generale Afi Esca Italia, alla tavola rotonda “Le nuove prospettive 2020 per le Assicurazioni della Cessione del V” e con Luca Loforese, Responsabile Comunicazione e Marketing della Compagnia, alla tavola rotonda “L’innovazione e i Social Media a servizio del business del credito”.

Durante quest’ultima tavola rotonda, moderata dal Market Analyst di PLTV Alberico Incambriano e a cui, oltre a Loforese, hanno partecipato Marco Agosto di Banca IFIS; Giancarlo Cupane di Fintech; Paolo Monti di EOS Comunica e Flavio Meloni di SimplyBiz, si è discusso di quali siano i migliori canali social a disposizione delle aziende che operano nel credito.

Dopo un rapido giro di battute, in cui tutti i partecipanti hanno concordato sul fatto che oggi sul mercato ci sono molte piattaforme a disposizione delle aziende, ognuna con specifiche funzioni e target definiti e che non è pensabile, né tantomeno strategico per un’azienda che opera nel credito, scegliere di essere su tutti i social network, la parola è passata a Luca Loforese che, in questo dibattito, rappresentava il punto di vista delle Compagnie assicurative.

Il Responsabile Marketing ha spiegato che Afi Esca è sì presente su differenti canali, ma sempre con una strategia comunicativa e con dei target ben definiti, in modo da non disperdere i messaggi e avere una comunicazione mirata ed efficace sia per i propri collaboratori (B2B) sia per la clientela finale (B2C).

Invece, durante la tavola rotonda dal titolo “Le nuove prospettive 2020 per le Assicurazioni della Cessione del V”, moderata dal Director di EMF Group Enrico Pollino e a cui, oltre al Direttore Generale Afi Esca Italia Pierfrancesco Basilico, hanno partecipato anche altre importanti personalità del mondo della Cessione del Quinto come: Luigi Nardelli di Axa Partners; Deborah Furcolo di BNP Paribas Cardif; Stefano Marinaz di Genertel; Gualtiero Ventura di International Care Company; Adriano De Matteis di RGA e Fabrizio Papi di Gruppo Today, si è discusso di come si potrà ulteriormente evolvere questo tipo di mercato che, al momento, segna una crescita del +110% rispetto al 2013 e che chiuderà il 2019 con ben 600 milioni di euro di premi raccolti.

La parola è passata subito al Direttore Basilico che, dopo aver illustrato ai presenti la strategia intrapresa da Afi Esca prima nel mercato della Cessione del Quinto della Pensione (CQP) e dopo in quello della Cessione del Quinto dello Stipendio (CQS), ha dichiarato come in quest’ultimo settore l’offerta relativa alla clientela privata sia ancora limitata rispetto a quella per il settore pubblico.

Dunque Afi Esca, per il 2020, punterà soprattutto ad ottimizzare l’offerta di prodotti CQS rivolti al settore privato, facendo però grandissima attenzione all’assunzione dei rischi come già avviene per il mercato della CQP.

Attenzione che ha permesso ad Afi Esca di ottenere, negli ultimi anni, degli ottimi risultati commerciali nel mercato della Cessione del Quinto della Pensione; risultati che sono stati riconosciuti alla Compagnia dai professionisti del settore, che hanno votato Afi Esca come “Miglior Assicuratore CQP riconosciuto dal mercato” alla serata di gala “Leadership Forum Awards 2019”.

Condividi l’articolo:

Iscriviti alla nostra newsletter